Renzi e la personalizzazione della politica

DSC00626

Il passaggio da Letta a Renzi non e’ solo l’ ultimo passaggio macchiavellico della politica italiana. E’ sopattutto un altro segnale del deterioramemto della stessa ma soprattutto della sinistra in questo paese ( se esiste ancora). E’ un cambio incomprensibile non perche’ il il governo Letta sia stato efficace ma sulle ragioni che hanno portato a questo avvincedamento deciso all’interno del PD. Alla fine la ragione principale si riduce al bisogno di una persona decisa ed energetica per fare le riforme. A parte la pia illusione, dato che al netto del capo del governo il resto rimane identitico in termini di forze politiche a sostegno del governo ( felicissimo di sbagliarmi), il cambio a palazzo Chigi e’ un altro segno della personalizzazione della politica. Una classe politica priva di idee e di progetti non puo’ far altro che limitarsi a personificare il messaggio politico in una persona. Il leader e’ il messaggio politico. la democrazia e’ fortemente compromessa quando essa viene ridotta soltanto a una scelta di persone e il dibattito politico viene limitato alle qualita’ dei leader senza una discussione su progetti. Per anni abbiamo criticato il centrodestra di essere una forza politica che viveva soltanto in funzione di Berlusconi, dove il dibattito politico si limitava all’esaltazione del leader e bastava la sua presenza per risolvere i problemi. il “ghe pensi mi” o “menomale che Silvio c’e” non erano altro che tentantivi di riempire il vuoto di progettualita’ . Non e’ un caso che quando sono andati al governo hanno fallito perche’ per quanto una persona possa essere intelligente, capace ed energetica non puo’ da sola pensare di dominare la complessita’ di una societa’ moderna. Alla fine gli anni di Berlusconi al governo sono stati solamente una lunga collezione di provvedimenti che assomigliavano solo ad annunci buoni per tenere alto il consenso senza nessuna conseguenza pratica nella vita del paese. Una maggioranza parlamentare e un governo sono efficaci solo e soltanto se hanno una idea chiara di futuro o almeno abbiano un minimo di obbiettivi fortemente condivisi. Se questi non ci sono non si puo’ fare altro che limitarsi a nascondersi dietro il sorriso e le capacita’ carismatiche del leader di turno. Renzi non e’ altro che la carta carismatica di una forza politica divisa, senza progetti e paurosa di perdere il potere. Da anni la sinistra ha smesso di fare battaglie politiche e di avere una idea di futuro. Forse le ideologie sono morte ma non si puo’ ridurre la ragione di essere in politica al “ce lo ha chiesto l’Europa” o ” ce lo chiedono i mercati” o “gli elettori ci punirebbero”. Renzi grazie al personaggio che si e’ creato fungerra’ per un po’ da foglia di fico in grado di coprire la mancanza di progettualita’, sicuramente anche lui ci vendera’ fumo faccendole passare da grandi riforme ma alla fine i nodi verrano al pettine. Alla fine anche il governo Renzi si impantanerra’ perche’ la stella del leader non basta da sola ad indicate la direzione dove andare……..scrivo questo con la viva speranza di sbagliarmi.

Advertisements

Tags: , , , , , ,

Trackbacks / Pingbacks

  1. Renzi e il PD sconfitti dal Renzismo | viamila18 - December 10, 2016

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: